photo: Milky way scientist
photo: Milky way scientist

All'alba di ogni nuovo giorno, ricorda a te stesso che "Qualcuno" si è preso cura di te mentre dormivi...sii cosciente che sei alla presenza del tuo Creatore; Egli ti porterà alle altezze del Suo amore...immergiti e lasciati riempire dalla Bontà, dalla Bellezza...sperimenta la Verità di te stesso: tu sei figlio amato! Sin dall'Eternità sei stato desiderato!...

ora, nella gioia di questa consapevolezza, incamminati, comincia le tue attività quotidiane nell'integrità della tua umanità. 

 

 

Il  giorno volge al suo termine,

il sole è già tramontato ed il cielo si è illuminato di stelle;

non addormentarti senza prima aver rivolto il tuo sguardo al cielo... immergiti ancora nella Bellezza, nella Bontà, ritrova te stesso nell'Amore di Colui che ti ama sin dall'eternità ed ha accompagnato ogni tuo passo. Ora addormentati nel suo tenero abbraccio, nella consapevolezza che Qualcuno veglierà su di te anche questa notte... sarà ancora lì al tuo risveglio, per sorriderti ed augurarti il suo speciale "buon giorno!".

 

Newsletter del 25/08/2017

 

Centro per l’Aiuto Spirituale Comunità Preghiera & Parola       

 

Il RITORNO

è sempre un po’ faticoso, principalmente perché ci mette di fronte agli impegni, al lavoro e ai soliti problemi quotidiani da affrontare; non sempre si torna dalla vacanze estive con l’entusiasmo di voler “ricominciare” e spesso ciò dipende dal fatto che durante le ferie si sia fatto tutto tranne che riposare veramente.

 

Dunque come affrontare questo tempo che viene in modo utile ed edificante?

 

In primo luogo dobbiamo ricordare la cosa più importante e cioè che ognuno di noi è chiamato a realizzare qualcosa di grande ed originale nella propria vita –  già da qui pian piano si delinea anche il senso delle nostre fatiche quotidiane.

 

Quando i giorni che scorrono ci sembrano tutti uguali è necessario allora modificare il nostro sguardo, la nostra valutazione su di essi. Non è materialmente possibile che i giorni siano davvero tutti uguali…se osserviamo meglio ci accorgeremo che il cielo non è mai lo stesso, le persone che incrociamo non sono sempre soltanto le stesse , le auto, gli alberi, ecc., e questo già avviene solo osservando il mondo attorno a noi;  che dire allora di noi stessi? 

 

Quando cominciamo a vivere nella consapevolezza di tutto ciò sperimentiamo qualcosa di unico e grande: facciamo l’esperienza di noi stessi.

Vivere consapevolmente significa essere in ogni attimo concentrato su ciò che la vita vuole dirmi, ciò che vuole insegnarmi; concentrarsi non significa sforzarsi di fare qualcosa, bensì vivere anche solo un istante della nostra esistenza centrando corpo, psiche e spirito. Io posso essere a lavoro ma avere uno sguardo spirituale aperto e vivo e così scorgere il bello che c’è in ogni attimo della mia giornata e questo può essere il canto di un uccellino, una nuvola che si perde nel cielo, ma anche il sorriso di un collega, un nuovo ponte di comunicazione con il datore di lavoro o col nostro vicino di casa, una luce particolare che avvolge il nostro appartamento mentre ci occupiamo delle faccende domestiche, ecc., dunque in qualsiasi cosa, avvenimento, persona, possiamo scorgere la bellezza della novità, ma questo, contrariamente a ciò che spesso pensiamo, non dipende dagli eventi esteriori e ciò che ci circonda, bensì dalla profondità del nostro sguardo.

 

E quando faremo l’esperienza di noi stessi ci accorgeremo di non essere soli e di non esserlo ma stati…come una macchina del tempo che non va a ritroso ma che opera nell'eternità, quindi non nostalgia e neanche sogno ma avvenimento reale qui ed ora: non siamo soli! Una presenza forte e viva che ci sta accanto, ci incoraggia e, se prestiamo attenzione, potremo sentirne anche la voce…che pronuncia parole che spesso abbiamo solo udito con le nostre orecchie e che ci sono presto scivolate addosso senza posarsi nel nostro cuore:

Non temere, Io sono con te!”.

 

Si rinnova allora la nostra vista interiore e tutti i nostri organi spirituali, ecco perché allora uno sguardo nuovo sulla nostra vita ci permette di riposare davvero e di vivere ogni nostro “ritorno” nella pienezza dello spirito, con l’entusiasmo di affrontare ogni giorno come una conquista, qualcosa di unico ed irripetibile scorgendo nell'ordinario la straordinarietà della bellezza che ci si manifesta instancabilmente. 

[NdA]

fonte immagine: dal web